Gli appassionati di spazio in Giappone sono pronti a lanciare il loro satellite

TOKYO – L’interesse per lo spazio commerciale tra gli hobbisti sta crescendo in Giappone, poiché gli appassionati assemblano razzi e satelliti per tentativi ed errori. Con la crescita del business spaziale in tutto il mondo, i costruttori e i lanciatori dilettanti, inclusi impiegati e studenti, stanno sfidando l’idea che lo spazio esterno sia l’unico dominio per i professionisti.

“Smontiamolo e sostituiamo l’ingrediente”, dice una voce in un piccolo laboratorio a Edogawa Ward, Tokyo. Diversi ingredienti sono sparsi sul tavolo. Al centro c’è un satellite, di cui un lato è lungo circa 10 cm. La persona che suggerisce di sostituire la parte sta lavorando con una tuta sportiva.

Le persone riunite nel seminario sono membri di Ryman Sat Spaces, un gruppo di appassionati di aviazione, inclusi impiegati e studenti. Si riuniscono nei fine settimana per costruire satelliti e missili. Il gruppo comprende circa 790 membri in totale.

La maggior parte di loro non ha alcuna esperienza formale nel settore spaziale. Quelli con una formazione in tecnologia – ingegneri di sistema e simili – costituiscono circa il 70% dei membri, mentre il resto ha un background non tecnico. Lavorano in team assegnati a compiti specifici, incluso lo sviluppo di satelliti e missili, pubbliche relazioni e progettazione di nuovi prodotti per promuovere il gruppo.

Ryman Sat Spaces raccoglie fondi principalmente da donazioni, vendite di prodotti innovativi e crowdfunding. I membri, a turno, pagano i componenti dalle proprie tasche e portano i propri strumenti, come i saldatori, per aiutare con i progetti. I piccoli satelliti possono costare tra 2 milioni di yen e 3 milioni di yen da $ 19.000 a $ 28.000 ciascuno.

Il gruppo è nato da una conversazione informale nel 2014 in un bar di Tokyo tra tre dipendenti, incluso il futuro manager del gruppo, Kazutaka Otani. Mentre discutevano dei loro sogni, qualcuno ha suggerito: “Non sarebbe fantastico se potessimo realizzare noi stessi gli spazi commerciali”.

Aggiunsero altre due persone al loro club e formarono quello che sarebbe diventato Ryman Sat Spaces. Poi hanno allestito una mostra in una fiera industriale dove hanno invitato altri a unirsi al gruppo e hanno distribuito volantini che dicevano: “Unisciti a noi per creare i tuoi satelliti!”

Da allora, Ryman Sat Spaces è cresciuto di circa 100 membri all’anno e sono persone con background professionali e modi di pensare diversi. Hanno lavorato sullo spazio utilizzando documenti di ricerca su Internet e libri su come creare satelliti.

Dopo molti tentativi ed errori, il gruppo ha stabilito una relazione con la Japan Space Exploration Agency (JAXA). Nel 2018, Ryman Sat Spaces ha condotto con successo il suo primo test di lancio.

Il gruppo sta ora dando gli ultimi ritocchi a un “selfie satellitare” prima del lancio previsto per domenica. Il minuscolo satellite ha una telecamera collegata a un braccio estensibile che scatta foto di se stesso con la Terra sullo sfondo.

Il satellite verrà trasportato in orbita a bordo di un razzo che trasporterà merci alla Stazione Spaziale Internazionale. Dopo che il veicolo di consegna è arrivato alla stazione spaziale, gli astronauti trasferiranno il satellite a Kibo, l’unità di prova della stazione costruita dal Giappone. Tra pochi mesi, una luna selfie verrà lanciata nello spazio.

Ryman Sat Spaces ha partecipato al programma JAXA per incoraggiare il settore privato a sfruttare la Stazione Spaziale Internazionale. Il suo satellite contribuirà allo sviluppo della tecnologia progettata per ispezionare i dispositivi satellitari in volo.

READ  Come distruggere gli oggetti dal magazzino a Valheim

Con un progetto satellitare selfie in corso, Ryman Sat Spaces sta lavorando alla sua prossima unità. Infine, mira a lanciare un satellite all’anno.

“Lo sviluppo dello spazio non è solo per le persone con un grande background”, afferma Otani. Forti di una fiducia crescente nelle proprie capacità tecniche, alcuni decisero di avviare un’impresa. La startup spaziale sarà lanciata al più presto alla fine di febbraio.

Fotografia dell’artista che filma il satellite selfie Ryman Sat Spaces in orbita. (Foto per gentile concessione di Ryman Sat)

Un altro gruppo del settore privato che opera nello spazio commerciale ha sede a Osaka. Il motto del “Dream Satellite Project”, guidato dalla Fantastical AeroSpace Promotion Incorporated Association Muchu, è che chiunque può possedere un satellite. Il progetto offre 1.000 investitori che contribuiscono con 10.000 yen in comproprietà del loro satellite.

“L’industria non si svilupperà a meno che lo spazio non diventi familiare al grande pubblico”, afferma il leader del progetto Hideaki Kikuchi.

Kikuchi ha una comprovata esperienza in progetti spaziali, aiutando a sviluppare l’unità di potenza per il satellite Hodoyoshi costruito dall’Università di Tokyo. Kikuchi dice che a quel tempo le persone rimasero sorprese quando disse loro che era stato coinvolto nella creazione di satelliti.

Iniziò a mettere in dubbio l’idea che “lo sviluppo spaziale fosse lasciato solo alla JAXA” e che questo gli avesse permesso di avviare il suo progetto satellitare da sogno, che è attualmente finanziato da circa 400 proprietari. Molti membri, inclusi professori universitari, si riuniscono per lavorare al satellite nei fine settimana. Kikuchi afferma che “mirano a lanciare entro la fine del 2022”.

READ  TikTok non consentirà più alle persone di disattivare gli annunci personalizzati

In tutto il mondo lo sviluppo spaziale si sta spostando dal settore pubblico al settore privato. SpaceX, guidato dall’imprenditore americano Elon Musk, ha portato gli astronauti nello spazio con il proprio razzo. In Giappone ci sono circa 50 famose startup spaziali.

Morgan Stanley stima che il mercato globale degli spazi commerciali supererà i mille miliardi di dollari entro il 2040, quasi tre volte le sue dimensioni nel 2020. Le attività popolari che aiutano a ridurre le barriere all’ingresso per gli sviluppatori contribuiranno ad alimentare questa crescita.

You May Also Like

About the Author: Tacito Armenteros

"Orgulloso alborotador. Practicante de café galardonado. Se cae mucho. Típico fanático de la web. Geek de Twitter"

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *